SILEONI IN DIRETTA SU RADIO RAI UNO: “IN CORSO PROFONDA TRASFORMAZIONE CON FUSIONI”

SILEONI IN DIRETTA SU RADIO RAI UNO: “IN CORSO PROFONDA TRASFORMAZIONE CON FUSIONI”

Intervista al segretario generale della Fabi nella trasmissione Sportello Italia condotta da Americo Mancini

SILEONI IN DIRETTA SU RADIO RAI UNO: “IN CORSO PROFONDA TRASFORMAZIONE CON FUSIONI”

“Il cambiamento del settore bancario italiano è partito circa sei anni fa, ma solo virtualmente. Perché sul tema dell’innovazione tecnologica – contrariamente a quel che è l’immaginario collettivo- gli investimenti stanno avvenendo ora, siamo all’anno uno. Mentre la trasformazione reale sta avvenendo in questo periodo con le fusioni: stanno nascendo grandi gruppi bancari, sotto la regia di Bankitalia e poi sotto la regia di Bce”. Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, intervistato durante la trasmissione Sportello Italia su Radio Rai Uno. “Ci son stati e si concretizzeranno importanti cambiamenti in banca. Ma noi stiamo combattendo la concezione del bancario come venditore. Quando una proprietà impone la vendita di prodotti finanziari fortemente a rischio, si crea un corto circuito ai danni della clientela nata e cresciuta a favore della banca locale” ha aggiunto Sileoni precisando che “almeno la metà delle nuove assunzioni in banca riguarda nuove figure professionali specializzate in innovazione tecnologica”.

Roma, 17 luglio 2020

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

COMUNICATI STAMPA

Banche: Sileoni (Fabi), profonda trasformazione confusioni (ANSA) – ROMA, 17 LUG – “Il cambiamento del settore bancario italiano e’ partito circa sei anni fa, ma solo virtualmente. Perche’ sul tema dell’innovazione tecnologica – contrariamente a quel che e’ l’immaginario collettivo- gli investimenti stanno avvenendo ora, siamo all’anno uno. Mentre la trasformazione reale sta avvenendo in questo periodo con le fusioni: stanno nascendo grandi gruppi bancari, sotto la regia di Bankitalia e poi sotto la regia di Bce”. Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, intervistato durante la trasmissione Sportello Italia su Radio Rai Uno. “Ci son stati e si concretizzeranno importanti cambiamenti in banca. Ma noi stiamo combattendo la concezione del bancario come venditore. Quando una proprieta’ impone la vendita di prodotti finanziari fortemente a rischio, si crea un corto circuito ai danni della clientela nata e cresciuta a favore della banca locale” ha aggiunto Sileoni precisando che “almeno la meta’ delle nuove assunzioni in banca riguarda nuove figure professionali specializzate in innovazione tecnologica”. (ANSA). DOA 17-LUG-20 12:06 NNNN

BANCHE: SILEONI (FABI), ‘VERA TRASFORMAZIONE NON E’ TECNOLOGICA, MA CON FUSIONI IN ATTO’ = Roma, 17 lug. (Adnkronos) – “Il cambiamento del settore bancario italiano è partito circa sei anni fa, ma solo virtualmente. Perché sul tema dell’innovazione tecnologica, contrariamente a quel che è l’immaginario collettivo, gli investimenti stanno avvenendo ora, siamo all’anno uno. Mentre la trasformazione reale sta avvenendo in questo periodo con le fusioni: stanno nascendo grandi gruppi bancari, sotto la regia di Bankitalia e poi sotto la regia di Bce”. Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, intervistato durante la trasmissione Sportello Italia su Radio Rai Uno. “Ci son stati e si concretizzeranno importanti cambiamenti in banca. Ma noi stiamo combattendo la concezione del bancario come venditore. Quando una proprietà impone la vendita di prodotti finanziari fortemente a rischio, si crea un corto circuito ai danni della clientela nata e cresciuta a favore della banca locale”, ha aggiunto Sileoni precisando che ”almeno la metà delle nuove assunzioni in banca riguarda nuove figure professionali specializzate in innovazione tecnologica”. (Mat/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 17-LUG-20 12:18 NNNN

BANCHE, Fabi: con le fusioni profonda trasformazione in corso Sileoni: Roma, 17 lug. (askanews) – Le fusioni tra le BANCHE stanno trasformando concretamente il sistema creditizio italiano. Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, secondo cui “il cambiamento è partito circa sei anni fa, ma solo virtualmente. Perchè sul tema dell’innovazione tecnologica, contrariamente a quello che è l’immaginario collettivo, gli investimenti stanno avvenendo ora, siamo all’anno uno. Mentre la trasformazione reale sta avvenendo in questo periodo con le fusioni: stanno nascendo grandi gruppi bancari, sotto la regia di Bankitalia e poi sotto la regia della Bce”. “Ci sono stati e si concretizzeranno – ha spiegato Sileoni ai microfoni di ‘Sportello Italia’ su Radio1 – importanti cambiamenti in banca. Ma noi stiamo combattendo la concezione del bancario come venditore. Quando una proprietà impone la vendita di prodotti finanziari fortemente a rischio, si crea un corto circuito ai danni della clientela nata e cresciuta a favore della banca locale. Almeno la metà delle nuove assunzioni in banca riguarda nuove figure professionali specializzate in innovazione tecnologica”. Glv 20200717T130118Z

Banche, Sileoni: In corso profonda trasformazione con fusioni Milano, 17 lug. (LaPresse) – “Il cambiamento del settore bancario italiano è partito circa sei anni fa, ma solo virtualmente. Perché sul tema dell’innovazione tecnologica – contrariamente a quel che è l’immaginario collettivo- gli investimenti stanno avvenendo ora, siamo all’anno uno”. Lo ha detto il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, intervistato durante la trasmissione Sportello Italia su Radio Rai Uno. “Mentre la trasformazione reale sta avvenendo in questo periodo con le fusioni: stanno nascendo grandi gruppi bancari, sotto la regia di Bankitalia e poi sotto la regia di Bce”, ha aggiunto Sileoni. “Ci son stati e si concretizzeranno importanti cambiamenti in banca. Ma noi stiamo combattendo la concezione del bancario come venditore. Quando una proprietà impone la vendita di prodotti finanziari fortemente a rischio, si crea un corto circuito ai danni della clientela nata e cresciuta a favore della banca locale”, ha aggiunto Sileoni precisando che “almeno la metà delle nuove assunzioni in banca riguarda nuove figure professionali specializzate in innovazione tecnologica”. ECO NG01 fct 171216 LUG 20

Questa voce è stata pubblicata in Fabi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *