«MASSIMA ATTENZIONE SUI RIFLESSI PER I LAVORATORI»

Intesa Sanpaolo lancia l’offerta di acquisto sul gruppo Ubi.

«Quello che ci preme di più sono i risvolti che l’operazione potrebbe avere sui 110.000 dipendenti interessati»

Leggi il comunicato unitario

«MASSIMA ATTENZIONE SUI RIFLESSI PER I LAVORATORI»

 

 

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento

PARTE IL TOUR FABI SUL NUOVO CONTRATTO

Dal 27 gennaio al 14 febbraio gli attivi regionali della Federazione: la segreteria nazionale incontra i dirigenti sindacali. Appuntamenti in 15 strutture provinciali per un confronto sull’intesa sul Ccnl in vista delle assemblee dei lavoratori

PARTE IL TOUR FABI SUL NUOVO CONTRATTO

Parte il tour della Fabi sul nuovo contratto. Segreteria nazionale e dirigenti sindacali Fabi saranno impegnati su tutto il territorio nazionale dal 27 gennaio fino al 14 febbraio per parlare dell’ipotesi di accordo di rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro firmata lo scorso 19 dicembre con Abi e le altre organizzazioni sindacali. Gli incontri saranno l’occasione per discutere nel dettaglio i punti del contratto che dovrà essere approvato dalle assemblee dei lavoratori in programma dal 6 febbraio al 13 marzo.

Le strutture provinciali Fabi riunite per territorio avranno la possibilità di confrontarsi con il segretario generale e con i segretari nazionali su tutte le novità contenute in questo ultimo rinnovo.

 

Questo il calendario delle quindici tappe. Si comincia il 27 gennaio a Padova per le regioni Trentino Alto-Adige, Veneto e Friuli Venezia-Giulia alla presenza del segretario nazionale, Giuliano Xausa. Il 30 gennaio sono in programma due incontri: a Firenze (Toscana) e a Roma (Lazio) con il segretario generale, Lando Maria Sileoni, e il segretario nazionale, Mauro Morelli, il quale, il 31 gennaio farà tappa a Napoli (Campania). Tre gli incontri in agenda il 3 febbraio: a Torino (Piemonte e Valle d’Aosta) con il segretario generale aggiunto, Mauro Bossola, e il segretario nazionale, Luca Bertinotti; a Bari (Puglia) con il segretario generale aggiunto, Giuliano De Filippis, e il segretario nazionale, Mauro Scarin; a Cosenza (Calabria e Basilicata) con il segretario nazionale Giuseppe Milazzo. Il 4 febbraio sono fissati gli incontri a Genova (Liguria) con il segretario nazionale, Mauro Scarin, e a Bologna (Emilia-Romagna) con il segretario nazionale, Mattia Pari. A Milano (Lombardia), il 5 febbraio, ci saranno il segretario generale, Lando Maria Sileoni, con i segretari nazionali, Giuseppe Milazzo e Fabio Scola. Nello stesso giorno, è in programma l’appuntamento a Perugia (Umbria) con il segretario nazionale, Mattia Pari, che il giorno successivo sarà ad Ancona (Marche). I dirigenti sindacali della Sicilia incontreranno il segretario generale, Lando Maria Sileoni, l’11 febbraio a Palermo, mentre per la Sardegna la riunione sarà a Sassari il 12 febbraio con il segretario nazionale, Mattia Pari. Si chiude il 14 febbraio a Pescara (Abruzzo e Molise) con il segretario nazionale, Giuliano Xausa.

 

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento

CONTRATTO E FUTURO DELLE BANCHE, SILEONI A PORDENONE

CONTRATTO E FUTURO DELLE BANCHE, SILEONI A PORDENONE

Il segretario generale della Fabi ha partecipato a una riunione con i dirigenti provinciali pordenonesi. Verso le assemblee dei lavoratori per votare l’ipotesi di rinnovo del Ccnl

CONTRATTO E FUTURO DELLE BANCHE, SILEONI A PORDENONE

Il contratto nazionale e la situazione del settore, con un’attenzione particolare al futuro della categoria. Su questi due filoni si è svolto oggi un incontro a Pordenone tra i dirigenti sindacali Fabi della provincia e il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni. Accanto a lui, il segretario nazionale Mattia Pari e il responsabile del Sab di Pordenone, Michele Baù.

In sala una ventina di dirigenti sindacali Fabi della provincia di Pordenone. Al centro della riunione, come accennato, il nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro dei bancari: l’ipotesi di rinnovo siglata dalla Fabi e dagli altri sindacati con l’Abi il 19 dicembre scorso sarà ora votata dai lavoratori con le assemblee che si svolgeranno dal 6 febbraio al 13 marzo.

Si è parlato anche della situazione del settore bancario, delle possibili manovre nei grandi gruppi e dei casi più critici. Sileoni ha tracciato un quadro generale e ha fornito aggiornamenti in relazione ai rapporti con le banche e all’attività della Fabi. Il segretario generale della Fabi ha sottolineato l’importanza di aver chiuso l’accordo per il rinnovo del contratto nazionale e ha poi toccato le corde del cambiamento e dell’innovazione nel settore oltre che nella categoria.

Nella provincia di Pordenone sono presenti 157 sportelli (dato fine 2018), erano 202 nel 2005 e 231 nel 2008. I comuni della provincia serviti da banche sono 36 e il dato è invariato nell’ultimo decennio. I dipendenti delle banche, nel territorio, erano 1.316 a fine 2008, 1.512 a fine 2015 e 1.345 a dicembre del 2018. Tra il 2008 e il 2018 si è registrata una diminuzione di 74 sportelli (-32%). I dipendenti, invece, sono 29 in più (+2,2%), ma risultano in calo di 167 unità (-11%) rispetto al 2015.

Per quanto riguarda il mercato, lo stock di prestiti al settore privato nella provincia di Pordenone – sia imprese sia famiglie – ammonta (dato di settembre 2019) a 6,4 miliardi, in calo rispetto ai 6,9 miliardi del 2015 e ai 7,7 miliardi del 2012. I depositi delle famiglie sono passati dai 4,3 miliardi del 2012 ai 4,5 miliardi del 2015 e ai 5,5 miliardi di fine 2019. Nei depositi delle imprese, invece, risultano 1,19 miliardi a fine 2019, in aumento rispetto agli 1,12 miliardi del 2015 e agli 871 milioni del 2015. I prestiti sono dunque calati, tra il 2012 e il 2019, dunque nell’arco di quasi sette anni, di 1,3 miliardi (-16,9%), mentre i depositi delle famiglie, nello stesso arco di tempo, sono saliti di 1,1 miliardi (+27%) e quelli delle imprese di 321 milioni (+36,9%).

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento

SILEONI ALLA CAMERA DEI DEPUTATI: “POSITIVO IL DECRETO SULLA POPOLARE DI BARI”

SILEONI ALLA CAMERA DEI DEPUTATI: “POSITIVO IL DECRETO SULLA POPOLARE DI BARI”

Il segretario generale della Fabi in audizione alla commissione Finanze di Montecitorio. Il video integrale del suo intervento e il testo coi passaggi principali (clicca qui)

SILEONI ALLA CAMERA DEI DEPUTATI: “POSITIVO IL DECRETO SULLA POPOLARE DI BARI”

Ecco i passaggi principali dell’intervento del segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, in audizione alla commissione Finanze della Camera sul decreto legge per la banca Popolare di Bari.

“Il nostro giudizio sul provvedimento è positivo, perché salvaguarda la banca, protegge la clientela e tutela l’occupazione in un territorio già colpito da altre crisi. Positivo è anche l’intervento del Fondo interbancario”.

“Vorremmo accendere l’attenzione sul grandissimo aumento dei soci negli ultimi 11 anni: vorremmo capire meglio perché temiamo che ci siano stati dei premi” ai dipendenti e dirigenti della banca “per far crescere i soci fino agli attuali quasi 70mila” attraverso la vendita di azioni.

“Il 70% dei dipendenti delle banche venete aveva azioni, alla Pop Bari invece c’è una situazione diversa: ai dipendenti era stato vietato l’acquisto di azioni e obbligazioni ma sono state messe in atto politiche commerciali spinte a vendere prodotti finanziari, quindi azioni e obbligazioni, principalmente ai familiari dei dipendenti”

“Non accetteremo esuberi un tot all’etto, a scatola chiusa, e quindi gli eventuali esuberi che dovranno essere gestiti solo con pensionamenti e prepensionamenti su base volontaria dovranno essere tarati sulla nuova struttura della Banca, come è successo con Carige”.

“E’ il momento che si crei una legge per sancire il reato di disastro bancario. L’attuale regolamentazione offre maglie larghe per chi vuole evitare sanzioni pesanti di un certo tipo. Un reato del genere sarebbe quindi fondamentale, servono dei deterrenti forti”.

“La trattativa per la cessione della Cassa di risparmio di Orvieto è in mano alla Vigilanza. Da quello che mi risulta, le trattative sono molto ben avanzate. Si parla di 55,5 milioni, ma non sta al sindacato fare indagini sulle proposte”.

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento

SILEONI A RADIO24: «MENO STRESS PER I LAVORATORI BANCARI»

SILEONI A RADIO24: «MENO STRESS PER I LAVORATORI BANCARI»

Il segretario generale della Fabi a Focus Economia di Sebastiano Barisoni: «Cambia il contratto, ora potremo denunciare e intervenire su politiche di vendita, pressioni commerciali e prodotti rischiosi»

SILEONI A RADIO24: «MENO STRESS PER I LAVORATORI BANCARI»

Il segretario generale della Fabi a Focus Economia di Sebastiano Barisoni: «Cambia il contratto, ora potremo denunciare e intervenire su politiche di vendita, pressioni commerciali e prodotti rischiosi»

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento

NATALE COL CONTRATTO: PIÙ SALARIO, PIÙ DIRITTI E PIÙ TUTELE Per 282.000 lavoratrici e lavoratori bancari italiani quest’anno sotto l’albero c’è il nuovo Ccnl. E tanti auguri da parte di tutta la Fabi FacebookTwitterWhatsAppLinkedInSkype NATALE COL CONTRATTO: PIÙ SALARIO, PIÙ DIRITTI E PIÙ TUTELE Per 282.000 lavoratrici e lavoratori bancari italiani quest’anno sotto l’albero c’è il nuovo Ccnl. E tanti auguri da parte di tutta la Fabi LEGGI LE NO

NATALE COL CONTRATTO: PIÙ SALARIO, PIÙ DIRITTI E PIÙ TUTELE

Per 282.000 lavoratrici e lavoratori bancari italiani quest’anno sotto l’albero c’è il nuovo Ccnl. E tanti auguri da parte di tutta la Fabi

NATALE COL CONTRATTO: PIÙ SALARIO, PIÙ DIRITTI E PIÙ TUTELE

Per 282.000 lavoratrici e lavoratori bancari italiani quest’anno sotto l’albero c’è il nuovo Ccnl. E tanti auguri da parte di tutta la Fabi

LEGGI LE NO

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento

DALLE TUTELE ALLE ASSUNZIONI NEL SUD, TUTTE LE NOVITÀ DEL NUOVO CONTRATTO

DALLE TUTELE ALLE ASSUNZIONI NEL SUD, TUTTE LE NOVITÀ DEL NUOVO CONTRATTO

Nel comunicato unitario dei sindacati vengono illustrati i cambiamenti inseriti nel ccnl firmato ieri in Abi

DALLE TUTELE ALLE ASSUNZIONI NEL SUD, TUTTE LE NOVITÀ DEL NUOVO CONTRATTO

Nel comunicato unitario dei sindacati vengono illustrati i cambiamenti inseriti nel ccnl firmato ieri in Abi

In data 19/12/2019 le Organizzazioni Sindacali Fabi-First/Cisl-Fisac/Cgil-Uilca/Uil-Unisin hanno sottoscritto l’intesa di rinnovo del CCNL Abi con
scadenza 31/12/2022. Riportiamo in sintesi i punti:
• AREA CONTRATTUALE: viene mantenuto l’attuale assetto che, fino ad oggi, ha garantito l’intera categoria e viene rafforzato il
riconoscimento delle lavorazioni di NPL e UTP come attività che, in caso di cessione, continueranno mantenere il CCNL ABI tempo per tempo
vigente.
• TRATTAMENTO ECONOMICO: aumento di € 190,00 per la figura media (3^AP 4^L) in tre tranche:
o 1/1/2020 – € 80,00;
o 1/1/2021 – € 70,00;
o 1/12/2022 – € 40,00
• LIVELLO DI INSERIMENTO: eliminazione.
• REINTEGRA: dichiarazione delle Parti che auspicano un intervento legislativo per il superamento, a tutela di lavoratrici/tori, della normativa
in tema di licenziamento illegittimo.
• CABINA DI REGIA: è istituito un Comitato Nazionale Bilaterale paritetico sull’impatto delle nuove tecnologie e della digitalizzazione con
funzioni di cabina di regia che si occuperà di monitoraggio e analisi del cambiamento conseguente alle nuove tecnologie e di elaborazione
di soluzioni condivise tra le Parti nazionali: tra queste soluzioni rientrano anche quelle relative agli inquadramenti delle nuove figure
professionali legate alle innovazioni tecnologiche.
• INQUADRAMENTI: fermo restando l’avvio del cantiere di lavoro in materia di inquadramenti che dovrà terminare i propri lavori entro 12
mesi dalla data di stipulazione del contratto, i livelli della 1^ e 2^ A.P. vengono accorpati in un livello unico con garanzia di salvaguardia
dei livelli salariali.
• FOC: per le assunzioni nelle regioni del Mezzogiorno viene aumentata l’erogazione a €3500 annui per ciascun lavoratore.
• PART TIME: rafforzamento dei diritti e delle priorità per lavoratrici/tori in part-time.
• APPALTI: rafforzata informativa.
• LAVORO AGILE: nuova norma nel CCNL in tema di: Definizione, Costituzione e Modalità di svolgimento del rapporto; Diritti e Doveri;
Salute e Sicurezza, Privacy; Formazione; Informativa e Diritti sindacali.
• TUTELE E PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI: rafforzamento delle norme; anticipo di tutte le spese legali; allungamento dei termini di
risposta alle contestazioni a 7 giorni lavorativi; possibilità di accesso agli atti con interruzione del suddetto termine.
• APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE: riconoscimento del livello retributivo al cui conseguimento è finalizzato il contratto di
assunzione dopo 18 mesi.
• PERMESSI: nuove previsioni in tema di comporto, maternità/paternità e gravi patologie.
• INCLUSIONE: istituzione della Commissione Politiche per l’inclusione.
• UNIONI CIVILI: recepimento in CCNL delle disposizioni di Legge.
• BANCA DEL TEMPO: nuovo articolato per la fruizione di permessi supplementari per gravi e accertate situazioni personali e/o familiari.
• FORMAZIONE: coniugata la formazione flessibile con i principi di efficacia e di effettività.
• TRASFERIMENTI: fermo restando il limite chilometrico, vengono innalzati i limiti di età.
• SVILUPPO PROFESSIONALE DI CARRIERA: ai fini dei percorsi professionali vengono riconosciuti nella misura del 50% le assenze
cumulate tra congedi parentali e di maternità (comunque riconosciuti fino ad un massimo di 5 mesi).
• VALUTAZIONE PROFESSIONALE: il mancato raggiungimento degli obiettivi quantitativi commerciali non determina una valutazione
negativa e non costituisce inadempimento del dovere di collaborazione.
• DISCONNESSIONE: nuova norma che tutela la libertà di disconnessione fuori dall’orario di lavoro.
• SALUTE E SICUREZZA: avvio dei lavori della Commissione nazionale entro il 30 aprile 2020.
• RECEPIMENTO NEL CCNL: Accordo Politiche commerciali 8/2/2017; Accordo Congedi a disposizione delle vittime di violenza di genere
8/3/2017; Dichiarazione congiunta Molestie e Violenze di genere sui luoghi di lavoro 12/2/2019.
Per Le Organizzazioni Sindacali l’ipotesi di accordo raggiunta è positiva perché coglie quanto richiesto in Piattaforma su Diritti, Tutele e Salario.
Le intese, infatti, prevedono un forte riconoscimento salariale, un rilancio della dignità del lavoro e di lavoratrici/tori nel riconoscimento di nuovi diritti
e rafforzate tutele, nuovi spazi di negoziazione per gestire l’innovazione tecnologica; è un grande risultato dopo un decennio di sacrifici delle
lavoratrici e dei lavoratori del settore che hanno, in prima persona, retto l’impatto di una crisi senza precedenti che ha coinvolto l’intero sistema
produttivo del Paese. E’ con questa convinzione e questi risultati che affronteremo a partire dal 20 gennaio 2020 le Assemblee per dare voce a
lavoratrici e lavoratori sulle intese raggiunte.
Roma, 20/12/2019 Le Segreterie Nazionali

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento

IL NUOVO CONTRATTO RACCONTATO DA 11 QUOTIDIANI NAZIONALI E 8 TESTATE LOCALI

IL NUOVO CONTRATTO RACCONTATO DA 11 QUOTIDIANI NAZIONALI E 8 TESTATE LOCALI

L’ok all’intesa sul Ccnl, con le di dichiarazioni del segretario generale Fabi Lando Maria Sileoni, è riportata da: Sole24Ore, Milano Finanza, Corriere della sera, Repubblica, Messaggero, Quotidiano Nazionale, Verità, Tempo, Libero, Giornale, Manifesto e su altri giornali locali

IL NUOVO CONTRATTO RACCONTATO DA 11 QUOTIDIANI NAZIONALI E 8 TESTATE LOCALI

L’ok all’intesa sul Ccnl, con le di dichiarazioni del segretario generale Fabi Lando Maria Sileoni, è riportata da: Sole24Ore, Milano Finanza, Corriere della sera, Repubblica, Messaggero, Quotidiano Nazionale, Verità, Tempo, Libero, Giornale, Manifesto e su altri giornali locali

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento

LE INTERVISTE DI SILEONI: «NO AL CONTRATTO IBRIDO E ADESSO CARRIERE SLEGATE DALLA VENDITA DI PRODOTTI»

LE INTERVISTE DI SILEONI: «NO AL CONTRATTO IBRIDO E ADESSO CARRIERE SLEGATE DALLA VENDITA DI PRODOTTI»

Sul Sole24Ore e Mf il segretario generale Fabi illustra la sua posizione dopo il via libera tra Abi e sindacati all’ipotesi di nuovo Ccnl

LE INTERVISTE DI SILEONI: «NO AL CONTRATTO IBRIDO E ADESSO CARRIERE SLEGATE DALLA VENDITA DI PRODOTTI»

Sul Sole24Ore e Mf il segretario generale Fabi illustra la sua posizione dopo il via libera tra Abi e sindacati all’ipotesi di nuovo Ccnl

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento

IL TG5: «I SINDACATI SONO RIUSCITI AD AMMORBIDIRE LE POLITICHE AGGRESSIVE DELLE BANCHE»

IL TG5: «I SINDACATI SONO RIUSCITI AD AMMORBIDIRE LE POLITICHE AGGRESSIVE DELLE BANCHE»

Ampio servizio del telegiornale del gruppo Mediaset sul nuovo contratto con il commento del segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni

IL TG5: «I SINDACATI SONO RIUSCITI AD AMMORBIDIRE LE POLITICHE AGGRESSIVE DELLE BANCHE»

Ampio servizio del telegiornale del gruppo Mediaset sul nuovo contratto con il commento del segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni

Pubblicato in Fabi | Lascia un commento